Ihre Suche ergab 4 Treffer

Treffer Ihre Suche ergab leider keine Treffer

    6850.01d_Teatro_dell'architettura
    6850.01a_Teatro_dell'architettura
    6850.01b_Teatro_dell'architettura
    6850.01c_Teatro_dell'architettura_German

    Teatro dell’architettura

    Vista da nord-est

    Download

    Teatro dell’architettura

    Vista da nord-ovest

    Download

    Teatro dell’architettura

    Vista da ovest

    Download

    Teatro dell’architettura

    Vista da sud-ovest_German

    Download
    6850.01d_Teatro_dell'architettura
    6850.01a_Teatro_dell'architettura
    6850.01b_Teatro_dell'architettura
    6850.01c_Teatro_dell'architettura_German

    La pianta circolare, che nei piani interrati diventa quadrata, sottolinea la totale coerenza della struttura al concetto fondamentale. Il fatto che l’efficienza, per quanto riguarda l’accessibilità dei servizi e la gestione dell’edificio, sia stata un po‘ trascurata, è solo una piccola nota d’amarezza. Nel suo complesso, il Teatro dell’architettura rende giustizia al suo ruolo di ambasciatore della cultura.

    Chronologie

    Il progetto del «Teatro dell’architettura» è nato dall’idea di rinforzare la presenza del campus dell’Università della Svizzera italiana (USI) a Mendrisio. Il teatro, progettato da Mario Botta è stato creato e finalizzato tra il 2013 e 2017.

    Lage

    Il Teatro dell’architettura è situato a Mendrisio, sul terreno di Palazzo Turconi; è circondato dalla Via Alfonso Turconi, dal Piazzale dei Cappuccini e dalla Via Bolzani. Si trova un po‘ rialzato, sulla collina di Mendrisio, ed è raggiungibile dalla Via Alfonso Turconi, attraverso un passaggio fra la biblioteca e il Palazzo Turconi dell’Università della Svizzera italiana. Ai lati dell’edificio, si trovano la Chiesa dei Cappuccini e l’Ospedale Regionale Beata Vergine di Mendrisio.

    Beschreibung

    Già il nome «teatro» si riferisce alla costruzione cilindrica dell’edificio. La facciata è completamente in marmo – più precisamente è composta da strati di marmo di Verona alternato a marmo di Carrara. Fuori terra si innalza su tre piani ed è concluso da un tetto che fa pensare a una tenda da circo; un lucernario al vertice illumina lo spazio interno dall’alto. I lati sud-ovest come anche nord-est del teatro presentano grandi vetrate. Due piani interrati ospitano un’aula a uso scolastico, gli spazi per la tecnica e il deposito. Al centro dell’edificio si trova un’area espositiva, circondata da tribune perimetrali che permettono l’osservazione da tutti i lati. Questo spazio interno, anch’esso cilindrico, occupa i tre piani superiori e come un tubo si inserisce dal piano terra fino al soffitto, dove viene illuminato dal lucernario. Attorno alle tribune, in un secondo anello, si trovano i servizi, l’ascensore e le scale. Il teatro ha un concetto semplice ma puro: vuole aprire le proprie porte a chiunque abbia interesse nella cultura o ne cerchi il dialogo. Basato sull’idea del “teatro anatomico” rinascimentale, dove gli studenti seguivano le lezioni pratiche dalle tribune, il Teatro dell’architettura offre la possibilità di osservare gli oggetti esposti da quasi ogni prospettiva possibile.

    Literatur

    Detterer, Gabriele. Mario Botta und Koen Vanmechelen: Selbst Biodiversität fängt mit einem Huhn an. Oder mit dem Ei?, in: NZZ-online, 01.11.2019. – Pestalozzi, Manuel. Teatro dell’architettura für Mendrisio, in: Swiss-architects, 19.02.2018 (Typoskript). – Botta, Mario. Il teatro dell’architettura: Kahn da Venezia a Mendrisio, in: Ananke 84. Milano 2018, S. 37–39. – Mario Botta Architetti. Projektbeschrieb Teatro dell’architettura, Mendrisio, Svizzera, 2005/2010–2017 (Typoskript). – Università della svizzera italiana. Teatro dell’architettura (Typoskript). – Marinotti, Christian. Mario Botta, Abitare, Conversazioni e scritti di architettura. Milano 2017.
    Stand
    2019
    Bearbeitung
    Isabella Graf

    loading

    Gerät drehen um die Architektubibliothek zu besuchen